Io e Te


Cucire

Vorrei tu fossi l’ago del rammendo,

io il tuo refe doppiato a trapassarti

sgomitolato da me stesso inquieto

e posti insieme, noi, siamo un cucire.

È un verbo di lavoro e ha un senso caro

di coppia che rinsalda opposti lembi

ma, soli, tu puoi solo le punture

e io afflosciare, rete senza un mare.

G.Oldani




Etichette: ,